Nel commercio dei tappeti esiste una grande solidarietà da parte degli importatori e distributori occidentali. Alcuni operano attravero fondazioni indipendenti e devolvono regolarmente una quota del fatturato a questa organizzazioni per creare infrastrutture per migliorare la qualità della vita a beneficio dell’intera comunità locale. Altre aziende preferiscono scegliere direttamente dei progetti a cui contribuire. Questo è il caso di Altai che segue un progetto in Afghanistan.

Non tutti sanno che gli inverni sulle montagne afgane non perdonano chi non ha la possibilità di riparo in case adeguate. I bombordamenti degli ultimi anni hanno distrutto o danneggiato i villaggi mettendo a repentaglio la popolazione civile.

L’asta benefica del 2007 ha salvato 198 tra vedove capofamiglia e bambini mediante la costruzione di 33 case complete di infissi. Quest’anno l’azienda raddoppia lo sforzo devolvendo 60 pezzi nomadici di pregio.

L’asta benefica si terrà il giorno 11 dicembre 2008 presso lo showroom di Alta a Milano e anche ques’anno il ricavato verrà devoluto all’associazione Tolo-e-shams-Women company che o destinerà alla ricostruzione delle case distrutte dalla guerra in Afghanistan, salvando centinaia di donne e bambini.

Questo articolo è stato inserito Thursday 4 December 2008 alle 7:52 am.
Argomento: Aste, Aziende.

Nessun messaggio, Scrivi il tuo messaggio oppure Ping

Rispondi a “asta benefica per le donne afghane di Altai”