Di grande fascino la struttura del primo monomarca del brand Missoni appena inaugurata a Los Angeles. Disegnata da Patrick Kinmonth e Antonio Monfreda, riesce a esprimere lo spirito ironico e creativo della tradizione Missoni. La boutique copre una superficie di 700 metri quadrati. Disegnata da Patrick Kinmonth e Antonio Monfreda, porta a Los Angeles lo spirito e l’anima della tradizione Missoni in modo creativo e anticomformista.

L’edificio utilizza fasce di alluminio lavorate a intreccio per rivestire una struttura in vetro, acciaio e cemento. La struttura della facciata a intreccio è chiaramente visibile da dentro, come se si potesse vedere l’interno di un abito.

Il messaggio architettonico fortemente italiano spicca nel tessuto urbano di Beverly Hills e trasforma l’angolo tra Rodeo Drive e Santa Monica Boulevard in prestigioso punto di riferimento.

L’esterno simula infatti un tessuto intrecciato, proprio come se fosse un capo Missoni, realizzato con fasce di alluminio che rivestono una struttura in vetro, acciaio e cemento. Le finestre a fessura consentono una visione dell’interno del negozio e infatti di giorno la luce filtra creando suggestivi chiaroscuri, mentre di notte il “parallelepipedo” s’accende proiettando intrecci di ombre.

Accanto alla moda, nella boutique che copre una superficie di 700 metri quadrati, trova spazio la linea per la casa. Un’area di notevole respiro consente il display di numerosi elementi living e furnishing di Missoni Home (tappeti, tessuti, cuscini), riservando anche uno scenografico affaccio su Santa Monica Boulevard.

Questo articolo è stato inserito Monday 29 March 2010 alle 3:25 pm.
Argomento: Curiosità.

Nessun messaggio, Scrivi il tuo messaggio oppure Ping

Rispondi a “La prima boutique Missoni a Beverly Hills”