Abitare il Tempo si è consacrata come il luogo dove si incontrano tradizione e innovazione, design e decorazione, artigianato e industria, cultura e mercato, capace di offrire opportunità, stimoli e suggestioni utili a orientarsi nel presente e a proiettarsi nel futuro: questo è Abitare il Tempo, “da venticinque anni in anticipo”.

Nel maggio del 1986 si svolgeva a Verona la prima edizione di Abitare il Tempo, accolta da tutti gli addetti ai lavori come una sorprendente novità nel panorama delle manifestazioni dedicate all’arredamento. Un’autentica ventata d’aria fresca per la sua formula innovativa, che si proponeva di stimolare la ricerca e la sperimentazione, riunendo le migliori espressioni dell’arredo classico e contemporaneo in un contesto espositivo coerente ed elegante, valorizzato da mostre, incontri ed eventi in grado di testimoniare la qualità di aziende e progettisti, illustrare stili e tendenze, suggerire accostamenti inediti e originali, approfondire temi strategici per lo sviluppo del mercato, suscitare emozioni.

Tantissimi gli architetti e designer che, a vario titolo, hanno concorso a definire l’identità della manifestazione, contribuendo a suscitare una curiosità crescente verso questo nuovo appuntamento fieristico capace di attrarre visitatori da ogni parte del mondo, tanto da convincere gli organizzatori ad estendere gli inviti anche alle migliori aziende operanti sul versante del design. Quest’anno la manifestazione si terrà presso la Fiera di Verona dal 16 al 20 settembre 2010 su una superficie espositiva complessiva di circa 100.000 mq. con 600 espositori (di cui 75 esteri provenienti da 20 paesi) in 8 padiglioni espositivi.

Una selezione qualificata, accurata e completa sigla anche quest’anno la rassegna commerciale di Abitare il Tempo: mobili, imbottiti, bagni e cucine di alta gamma, complementi, accessori, arte della tavola, illuminazione, rivestimenti e tessile d’arredamento e per la casa, outdoor, sono presenti in fiera, razionalmente suddivisi in base a criteri dettati da affinità merceologiche e stilistiche. Da segnalare, i nuovi allestimenti degli stand per l’alta decorazione, identificati dal colore grigio e dal rivestimento in tessuto delle pareti, e di quelli dedicati al design, verniciati di bianco. Una scelta che contribuisce ancor più a identificare e a distinguere le due principali categorie espositive in cui si articola l’offerta delle aziende invitate. 

A distanza di venticinque anni, si può senz’altro dire che gli obiettivi di partenza sono stati raggiunti e superati: Abitare il Tempo ha saputo, infatti, affermarsi su scala internazionale grazie ad una accurata selezione di aziende espositrici e ad una offerta merceologica che spazia ormai a 360 gradi, includendo tutti gli aspetti che concorrono a definire la sfera dell’abitare. Ampio risalto è stato dato, al suo interno, alla creatività di architetti e designer i cui progetti in mostra, dalla casa al contract, rappresentano un’attrazione spettacolare, oltreché un’occasione unica per fare il punto sullo stato dell’arte, riscuotendo un successo crescente.

Questo articolo è stato inserito Wednesday 1 September 2010 alle 4:18 am.
Argomento: Curiosità, Saloni.

Nessun messaggio, Scrivi il tuo messaggio oppure Ping

Rispondi a “Abitare il tempo 2010, un anniversario significativo”